(+39) 019 501640       mail@valvetri.it
      

Controtelai

Il controtelaio moderno

Per essere coerente con le prestazioni di una finestra a buona efficienza energetica, il controtelaio deve avere minimo le seguenti caratteristiche:
– essere continuo su 4 lati, in modo che la traversa inferiore, oltre a mantenere una certa rigidità della struttura prima della sua posa, funga da taglio termico rispetto al davanzale della finestra o alla soglia della portafinestra ed indichi con precisione la quota alla quale questi elementi vanno posti in
opera;
– non deve avere dei lati continui in metallo che mettano in contatto diretto l’esterno con l’interno creando così un ponte termico; possono eventualmente essere ammessi solo degli inserti metallici puntuali quali le staffe per il sostegno degli schermi oscuranti esterni o per il sostegno della guida della zanzariera o dell’avvolgibile;
– deve essere costruito con materiali a bassa conducibilità termica per non peggiorare le prestazioni di isolamento delle pareti e del nuovo serramento; materiali ad alta conducibilità termica possono infatti contribuire a generare delle zone fredde sul muro a ridosso dell’infisso con possibile formazione di condensa e di muffa.

Questa situazione è critica in modo particolare a livello della traversa inferiore della finestra e della porta-finestra in quanto la temperatura interna degli ambienti tende a stratificarsi con valori più bassi a livello del pavimento; può quindi succedere che, pur essendoci una temperatura media dell’aria nell’ambiente interno di 20° C, in questi punti la temperatura superficiale assuma un valore così basso da far condensare in piccole goccioline il vapore contenuto nell’aria pur nelle situazioni standard di umidità relativa al 50%.
Proprio per scongiurare questo problema il Regolamento “ Finestra Qualità CasaClima” ed il buonsenso richiedono una verifica della temperatura almeno nel punto più critico, cioè nel punto di contatto tra la traversa inferiore del telaio e il davanzale: per la finestra di qualità è richiesto che la temperatura superficiale non sia mai inferiore a 16°C.